Nairobi

Nell’arco di soli cent’anni, la capitale del Kenya si è trasformata da una terra paludosa, salmastra e disabitata ad una capitale moderna e vivace.
Nairobi è tuttora la capitale dei safari in Africa, ma è entrata rapidamente nel mondo moderno: non è più una città di confine, è anzi una delle città più grandi e più interessanti dell’Africa, una metropoli che sembra non dormire mai. È pervasa da un’energia incontenibile, ed è un luogo pieno di vita, dove è possibile incontrare gente di tutti i tipi.

È una città di grandi contrasti in cui la razza, la tribù e le origini si uniscono per definire il carattere unico della capitale.
La città non ha perso il legame con il proprio passato, come dimostrano l’interessante museo e l’abitazione storica di Karen Blixen, autrice di “La mia Africa”, ora visitabile al pubblico.

Non è una capitale moderna separata dalla natura selvaggia che la circonda: appena fuori dalla città si trova il parco nazionale di Nairobi, 113 km2 di pianure, rocce e foreste, dove vivono grandi mandrie di zebre, gnu, bufali e giraffe, oltre a rinoceronti, ghepardi e numerosi leoni, che vivono in libertà a soli 20 minuti dal centro della città.

 

48 Hours In Nairobi

Short guide To The magical city for the active traveller – Sightseeing, shopping, eating out and more.

Dove farlo

[bgmp-map placemark=”1058″]