Lago Naivasha

Il lago Naivasha è uno splendido lago d’acqua dolce, costeggiato da fitte piante di papiro, largo quasi 13 km ma poco profondo (la profondità media è di circa cinque metri).

L’area del lago è soggetta a variazioni a seconda della quantità di precipitazioni ed è compresa tra i 114 e i 991 km2. All’inizio del XX secolo, Naivasha venne completamente prosciugato e scomparve del tutto. Il terreno portato alla luce fu destinato alle coltivazioni finché, qualche anno dopo, il lago si formò nuovamente in seguito alle forti piogge e sommerse le nuove tenute.

Nel pomeriggio, spesso un forte vento agita le acque del lago e solleva alte onde. Per questa ragione, i Maasai locali hanno battezzato il lago “Nai’posha”, che significa “acque agitate”.

Il lago e l’area circostante sono caratterizzate da una florida natura, e il terreno fertile e l’abbondanza d’acqua rendono la regione una delle zone agricole più importanti del Paese. Gran parte del lago è circondata da foreste di Acacia Xanthophlea, dalla corteccia gialla, nota come “l’albero della febbre gialla”.

Le foreste sono popolate da molte specie di uccelli, e Naivasha è una meta eccellente per gli appassionati di birdwatching. Le acque del lago attraggono una grande varietà di specie animali: le giraffe girovagano tra le acacie, i bufali sguazzano nelle paludi e i colobi urlano dalle sommità degli alberi, mentre i grandi branchi di ippopotami sonnecchiano nell’acqua poco profonda.

La regione che circonda il lago merita davvero di essere esplorata. Nei dintorni ci sono altri due laghi più piccoli, Oloidien e Sonachi, un lago vulcanico dal colore verde brillante.

Dove farlo

[bgmp-map placemark=”1093″]