Turkana Occidentale

La zona a ovest del lago Turkana è più facilmente accessibile, tramite la strada del Nord che porta da Kitale a Lodwar e prosegue verso il golfo di Ferguson e il villaggio di Kalokol. Qui è disponibile un lodge spartano, originariamente un alloggio per i pescatori che venivano a pescare il pregiato persico del Nilo.

Circa 60 km a nord si trova Eliye Springs, con le sue oasi ricche di sorgenti d’acqua, i grandi branchi di coccodrilli e molti villaggi Turkana. In questa zona ci sono alcuni semplici alloggi a disposizione.

Appena più a nord, il nuovo Lobolo Camp cerca il compromesso tra gli alloggi più spartani e i campi tendati più confortevoli che si trovano nei parchi e nelle riserve più accessibili del Kenya.

Lobolo è il primo campo tendato permanente sul lago Turkana, ed è circondato da 100 acri di foresta lussureggiante, alimentata da numerose sorgenti d’acqua dolce. Il campo ha sei tende spaziose, con docce ad acqua di sorgente e letti speciali rialzati che consentono di trarre beneficio dalla brezza fresca e godersi la vista del tramonto sul lago.

Nella tenda centrale vengono serviti pasti di ottima qualità, con spiedini grigliati, insalate fresche e l’eccellente persico del Nilo.

Il campo offre inoltre ottime barche, passeggiate guidate attorno al lago, escursioni di pesca specializzata del persico del Nilo e molte altre attività. Lobolo si prende cura degli amanti dell’avventura e di tutti coloro che vogliono raggiungere questa frontiera remota, ma che apprezzano comunque la possibilità di avere un letto confortevole, di poter fare una doccia alla sera, e di godere di alcuni momenti di lusso inatteso, come delle deliziose samosa calde alla salsa di soia servita attorno al falò.

È anche possibile allestire dei campi mobili per una notte nel parco nazionale dell’Isola Centrale. L’isola è un ottimo posto per trascorrere una giornata di esplorazione. Sebbene abbia un’area di soli cinque chilometri quadrati, le sue colline celano tre diversi laghi sorti su crateri vulcanici.
Un’escursione su questi crateri spenti è un ottimo modo di trascorrere la mattinata o il pomeriggio.

Ogni lago ha il proprio ecosistema unico, ed è possibile vedere fenicotteri, coccodrilli e molti uccelli acquatici proseguendo lungo gli stretti crinali. Uno di questi piccoli laghi ospita una specie antica di tilapia, un piccolo pesce d’acqua dolce, la cui presenza indica che un tempo il lago riceveva le acque del Nilo.

I pendii esterni di questo vulcano sono luoghi di riproduzione per molti uccelli acquatici, e un lento giro in canoa attorno all’isola è un’ottima occasione per il birdwatching di pellicani, cormorani, aironi e gabbiani che nidificano sull’isola e di uccelli rapaci come l’aquila pescatrice africana, il falco pescatore e l’albanella africana, oltre a rare specie indigene come il becco a cesoie africano.

Il delicato equilibrio ecologico della regione è minacciato dall’aumento della popolazione umana, ma lo sviluppo del turismo, con i conseguenti vantaggi economici, può essere l’ingrediente fondamentale per tutelare l’ambiente a beneficio delle future generazioni di intrepidi viaggiatori.

Per coloro che raggiungono oggi queste zone remote, non c’è modo migliore di passare la notte stesi accanto ad un falò sull’Isola Centrale, ascoltando il dolce sciabordio dell’acqua sulla riva mentre il tramonto lascia spazio ad un magico cielo stellato.